Treasury Wine Estates lancia il suo Direct to Consumer

Treasury Wine Estates lancia il suo Direct to Consumer

Il Direct to Consumer del vino conquista anche Treasury Wine Estates, uno dei più grandi marchi del vino. Ha sede in Australia, e possiede tra gli altri i brand Penfolds e Beringer Vineyards; in Italia è presente con l’etichetta Cavaliere d’Oro, che produce in Toscana, Veneto, Puglia e Sicilia. In totale TWE possiede oltre 13.000 ettari di vigne sparse in tutto il mondo, per una produzione totale di 415 milioni di bottiglie.

Previsioni in calo per Treasury Wine Estates

La pandemia e la chiusura o il rallentamento dei mercati ha colpito anche loro, con una stima di diminuzione del margine del 20,1%, . Qui trovate i risultati finanziari per il 2020, aggiornati ad agosto di quest’anno. Numeri che naturalmente TWE riesce a sopportare, ma il problema ora è capire come si muoverà il mercato nel prossimo futuro.

Nonostante la diffusa rete di vendita, sia on-premise che nei principali e-commerce, è ormai chiaro che la vendita diretta possiede vantaggi da sfruttare. Prima di tutto, una filiera più corta, con costi minori e soprattutto un controllo maggiore sui prodotti venduti. Ma soprattutto, ed è il vantaggio maggiore, il Direct to Consumer del vino consente al brand di mantenere un contatto migliore con i propri clienti. E sono soprattutto i paesi più nuovi del vino, come Australia, Sudafrica e Nuova Zelanda, ad accelerare questo canale, come potete ad esempio leggere qui.

La strategia Direct to Consumer e Wine Club

Considerate le stime di crescita per il 2020 diminuite almeno del 10%, con punte del 35% per il mercato USA, e che per il 2021 non sono state fatte previsioni, il DTC è sembrata l’unica via per migliorare le performance. La piattaforma di vendita diretta si chiamerà The Winery Collection, e consentirà ai propri clienti di acquistare bottiglie di tutti i brand di TWE.

Agli utenti registrati verranno proposte casse miste di vini, eventi virtuali di degustazioni online e incontri con i produttori. Ci saranno webinar dedicati al vino ed alla storia aziendale. È prevista anche la creazione di un wine club, e quindi un abbonamento che consentirà di ricevere gratuitamente alcune delle bottiglie in catalogo.

Il responsabile del marketing per il mercato EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa), Ben Blake,, ha affermato che la nuova piattaforma sarà completamente integrata con il mercato classico dell’azienda. Sarà inoltre sfruttato tutto il potenziale per connettersi con i nuovi consumatori e promuovere i marchi a un pubblico più ampio.

Verrà lanciata inizialmente in UK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.