Nella logistica di WineDepot arrivano i magazzini refrigerati per il vino

Digital Wine, principale investitori di WineDepot, ha annunciato che implementerà una rete di magazzini refrigerati per il vino, insieme alla società di logistica Border Express.

La rete di delivery del vino in Australia

Verrà applicato su scala commerciale presso le strutture di WineDepot a Brisbane, Sydney, Melbourne, Adelaide e Perth nei prossimi sei mesi.

Border Express fornirà servizi di stoccaggio, trasporto merci e logistica per supportare la nuova rete con un accordo iniziale di due anni con possibilità di estensione. Dean Taylor, amministratore delegato di Digital Wine e nel 1999 fondatore di Wine Ark, ha voluto questa tecnologia per migliorare il servizio offerto ai propri clienti.

WineDepot è una piattaforma informatica ed insieme una rete logistica dedicata al Direct to Consumer australiano. Venditori e distributori possono appoggiarsi a questa rete per rendere più brevi i tempi di delivery per i propri clienti. Ho spiegato come funziona in due post, sia qui che questo.

Non ha senso che il consumatore acquisti vino dagli e-commerce se poi le bottiglie vengono danneggiate nella catena di approvvigionamento prima della consegna (Dean Taylor)

La catena di distribuzione è sempre stato l’anello debole di qualunque servizio di delivery, in particolare per un prodotto che può rovinarsi facilmente con uno stoccaggio non attento. I magazzini refrigerati per il vino quindi sono un punto fondamentale, che fino ad ora mancava, per poter innalzare il livello di qualità del servizio.

In Australia in alcuni posti le temperature possono raggiungere temperature davvero dannose per il vino, anche attorno ai 40°. WineDepot amplierà anche la dell’ultimo miglio per far fronte alla prevista crescita delle vendite una volta che le nuove strutture saranno installate.
Fino ad ora, la società si è affidata ad Australia Post, ossia il servizio postale nazionale, per la maggior parte delle consegne.

WineDepot prevede di terminare la di strutture a temperatura controllata operativa entro sei mesi; Sydney, Melbourne e Brisbane saranno pronte entro la fine dell’anno.

Photo by Sandrene Zhang on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *