In Sud Africa nasce una piattaforma digitale per l’export del vino locale

L’industria del vino è stata senza dubbio una delle aziende più colpite dal lockdown, e così il Sud Africa si dota di una nuova piattaforma digitale per l’export del vino locale.

Doppia frenata per il vino in Sudafrica

L’industria del vino ha smesso di commerciare due volte: la prima durante il blocco, la seconda a causa del divieto di vendita di alcolici. Molti hanno perso il lavoro mentre le aziende rischiavano di chiudere. Una stima conferma che l’industria del vino sudafricana abbia perso 200 milioni di sterline alla settimana per le esportazioni durante le cinque settimane di assenza di esportazioni e 300 milioni di sterline alla settimana di mancate vendite locali. Sono stati persi più di 100.000 posti di lavoro.

Il Cape Export Network è una società composta da un team di esperti del mercato del vino in Sud Africa. La piattaforma digitale per l’export del vino è nata da un’idea di Wesgro e Wines of SA; negli intenti dei founders aiuterà acquirenti e importatori di vino interessati al vino sudafricano a selezionare gli acquisti.

Un unico punto di accesso per l’export

Si potranno filtrare le scelte per tipo di vino, note di degustazione e regione di provenienza. Sulla base della loro selezione, la piattaforma presenterà i vini elencati che soddisfano questi criteri.

Con l’incertezza sul futuro delle grandi fiere, la piattaforma digitale per l’export del vino promuoverà la conoscenza dei vini del Sud Africa nel mondo. L’uso delle tecnologie digitali sembra essere la strategia che il Sud Africa vuole usare per rivitalizzare il mercato vinicolo, come ho scritto anche in questo post.

“Ci troviamo in tempi senza precedenti e piattaforme come queste ci aiuteranno in un mondo in cui cogliamo nuove opportunità; così facendo, affrontiamo nuove sfide. Questa piattaforma assisterà senza dubbio i produttori di SA nell’esplorazione di opportunità in tutto il mondo ” (Siobhan Thomson, CEO di Wines SA)

La piattaforma inoltre vuole essere uno stimolo per quei produttori che, per dimensioni, non hanno mai esportato i loro vini. Tra i servizi offerti ci sarà anche una assistenza per tutti gli eventuali problemi commerciali o giuridici.

ll CEO di Wesgro, Tim Harris, ha affermato che il Western Cape, ottavo produttore mondiale di vino, ha già venduto circa un milione di bottiglie di vino al giorno. La piattaforma è gratuita, ma tutti coloro che si registrano saranno controllati prima di poter accedere ai servizi. Le aziende dovranno inoltre aggiornare i propri dettagli trimestralmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *